Ragazzi Incontro vicini famiglia Pamela

"Le tentazioni ci possono essere durante il percorso, ma l'equipe multidisciplinare, fatta di psicologi ed assistenti sociali, ci aiuta a superare il momento spiegandoci i veri valori della vita": a dirlo sono i ragazzi ospiti della Comunità Incontro Onlus Molino Silla di Amelia, dicendosi "molto colpiti" dalla morte della diciottenne Pamela Mastropietro. Per questo vogliono esprimere la loro vicinanza alla famiglia della ragazza, uccisa e fatta a pezzi nel Maceratese. "Il fatto - dice una delle ragazze ospiti della struttura, creata da don Pierino Gelmini - ci ha scosso molto. E' normale che durante il percorso ci siamo dei momenti di difficoltà e ripensamenti, ma dobbiamo trovare la forza in noi stessi perché la vita va vissuta senza espedienti". "Qui in comunità ti insegnato ad affrontare la vita con le proprie forze" aggiunge un'altra ospite della struttura.

Altre notizie

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Piansano

FARMACIE DI TURNO

    Nel frattempo, in altre città d'Italia...